Palazzo Pitti

Voluto da Luca Pitti per rivaleggiare con l’odiata famiglia Medici, Palazzo Pitti era all’epoca della costruzione avvenuta intorno al 1440, la più grande e imponente residenza privata della città di Firenze.

Palazzo Pitti (Firenze)
La facciata di Palazzo Pitti a Firenze. Foto di Ed Webster (cc by 2.0)

Storia e descrizione

Secondo notizie tramandate da Vasari il progetto del Palazzo sarebbe di Filippo Brunelleschi, ma a questa teoria mancano riscontri storici.

La versione ufficiale cita come architetto Luca Fancelli, collaboratore del Brunelleschi, che realizzò un edificio elegante impreziosito dall’ampia piazza antistante, assoluta novità nel’architettura residenziale dell’epoca.

Il desiderio dei Pitti di competere con i Medici e la sfortunata sorte politica di Luca Pitti decretarono però ben presto la rovina economica della famiglia e la conseguente interruzione dei lavori a Palazzo Pitti nel 1464.

Fu Eleonora di Toledo, moglie di Cosimo I dei Medici a comprare il palazzo nel 1550 con l’intento di avere a disposizione una residenza alternativa e in zona più salubre rispetto a Palazzo Vecchio, sua prima dimora.

Da questo trasferimento prese avvio la drastica trasformazione del quartiere di  Oltrarno e Palazzo Pitti divenne la residenza ufficiale dei Granduchi di Toscana.

Il Palazzo subì ampliamenti e modifiche, i più importanti ad opera dell’Ammannati che realizzò il fastoso cortile interno, con il motivo a gradoni che ebbe tanta fortuna nelle corti europee, e la sistemazione del Giardino di Boboli.

Fu invece Vasari a realizzare il famoso Corridoio Vasariano che collega ancora oggi il Palazzo agli Uffizi.

Successivamente Palazzo Pitti fu residenza dei Lorena, e dei Savoia fino al 1871, passando per le brevi reggenze dei Borbone-Parma e di Elisa Bonaparte Baciocchi.

Oggi Palazzo Pitti resta un esempio di grandissima e innovativa architettura rinascimentale, con le sue sale riccamente decorate e gli splendidi Giardini di Boboli.

I musei di Palazzo Pitti

Palazzo Pitti è poi sede di diversi e importantissimi musei e gallerie:

Il Giardino di Boboli

Anche il Giardino di Boboli può essere considerato a pieno titolo un museo all’aperto.

È uno dei più importanti esempi di giardino all’italiana nel mondo e vanta un eccezionale numero di preziose sculture classiche, edifici come il Kaffeehaus, la Limonaia e il Casino del Cavaliere (dove oggi ha sede il Museo delle Porcellane), fontane e grotte.

È collegato direttamente al Giardino Bardini e al Forte Belvedere, fortezza della famiglia Medici.

I lavori al Giardino di Boboli furono commissionati da Eleonora di Toledo al Tribolo, che già aveva realizzato il magnifico parco della Villa Medici di Castello.

L'obelisco e la vasca nei Giardini di Boboli
L’obelisco e la vasca nei Giardini di Boboli. Foto di collectmoments (cc by-nd 2.0)

Indirizzo e mappa

 Palazzo Pitti - Piazza de' Pitti, 1 - 50125 Firenze

Orari di apertura

Galleria Palatina e Appartamenti Reali, Galleria d’Arte Moderna, Museo degli Argenti, Galleria del Costume

Apertura: da martedì a domenica, ore 8.15-18.50

La biglietteria chiude alle 18.05
Le operazioni di chiusura iniziano alle 18.30

Chiusura: tutti i lunedì; Capodanno, 1° maggio, Natale

N.B. – Gli Appartamenti Reali sono chiusi ogni anno per tutto il mese di gennaio per lavori di manutenzione (non sappiamo se questa chiusura è ancora in vigore).

Giardino di Boboli, Museo delle Porcellane, Giardino Bardini

Apertura:
Da lunedì a domenica
Ore 8.15 – 16.30 nei mesi di novembre, dicembre, gennaio, febbraio
Ore 8.15 – 17.30 nel mese di marzo (con ora legale 18.30)
Ore 8.15 – 18.30 nei mesi di aprile, maggio, settembre e ottobre
Ore 8.15 – 17.30 nel mese di ottobre in coincidenza con il cambio da ora legale a ora solare (quest’anno: 29-31 ottobre)
Ore 8.15 – 19.30 nei mesi di giugno, luglio, agosto

L’ultimo ingresso è sempre un’ora prima della chiusura

Chiusura: primo e ultimo lunedì del mese; Capodanno, 1° maggio e Natale

Prezzi dei biglietti di ingresso

Esistono le seguenti due tipologie di biglietti unici cumulativi:

Galleria Palatina e Appartamenti Reali, Galleria d’Arte Moderna, Museo degli Argenti, Galleria del Costume

Biglietto intero: € 8,50
Biglietto ridotto: € 4,25

Giardino di Boboli, Museo delle Porcellane, Giardino Bardini

Biglietto intero: € 7,00
Biglietto ridotto: € 3,50

Biglietti ridotti: cittadini italiani e UE con età compresa tra i 18 e i 25 anni e docenti delle scuole statali con incarico a tempo indeterminato.

Biglietti gratuiti: cittadini italiani e UE con meno di 18 anni o più di 65; docenti e studenti delle facoltà di architettura, conservazione dei beni culturali, scienze della formazione e dei corsi di laurea in lettere o materie letterarie con indirizzo archeologico o storico-artistico delle facoltà di lettere e filosofia; guide e interpreti turistici; cittadina italiani e UE diversamente abili e loro accompagnatori; personale del Ministero per i Beni e le Attività culturali; possessori della Firenze Card.

Per le riduzioni e l’ingresso gratuito è necessario portare con sé un documento valido.

N.B. – Il costo dei biglietti d’ingresso può variare in caso di eventi speciali o mostre temporanee in corso, che a Palazzo Pitti  sono abbastanza frequenti. Per scoprire qual è il prezzo in questi casi consulta le nostre pagine di dettaglio dei singoli musei.

L’ingresso è libero ogni prima domenica del mese.

Prenotazioni

Per info varie e per prenotare telefonicamente la data e l’orario di visita è possibile chiamare:

Firenze Musei
Telefono: 055 294883
Costo della prenotazione: € 3,00

Biglietti online

È anche possibile acquistare i biglietti online su:

B-ticket.com
Sito ufficiale per la vendita dei biglietti del complesso museale di Palazzo Pitti e del Giardino di Boboli

Libri su Palazzo Pitti

Questi alcuni dei migliori libri, cataloghi e guide su Palazzo Pitti e i suoi musei disponibili online:

Copertina Titolo, Autore, Casa Editrice
Copertina del libro "Palazzo Pitti. La reggia rivelata" (Giunti Editore) Palazzo Pitti. La reggia rivelata
Autori vari
Giunti Editore
Copertina del libro "Palazzo Pitti. Tutti i musei, tutte le opere" (Sillabe) Palazzo Pitti. Tutti i musei, tutte le opere
di M. Chiarini (a cura di)
Sillabe
Copertina del libro "Vivere a Pitti. Una reggia dai Medici ai Savoia" (Sillabe) Vivere a Pitti. Una reggia dai Medici ai Savoia
di S. Bertelli e R. Pasta (a cura di)
Sillabe
Copertina del libro "Galleria d'arte moderna di Palazzo Pitti" (Sillabe) Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti. Catalogo generale
di C. Sisi e A. Salvadori (a cura di)
Sillabe
Copertina del libro "I dipinti della Galleria Palatina" (Giunti Editore) I dipinti della Galleria Palatina e degli Appartamenti Reali. Le Scuole dell’Italia Centrale 1450-1530
di S. Padovani (a cura di)
Giunti Editore

Hotel vicino Palazzo Pitti

Alcuni hotel e b&b vicino Palazzo Pitti da noi consigliati:

Hotel Pitti Palace al Ponte Vecchio (classico hotel a 4 stelle con una stupenda vista su Ponte Vecchio)
Hotel Lungarno (elegante hotel 4 stelle con una romantica vista sull’Arno)
Hotel La Scaletta (buon hotel a 3 stelle molto vicino a Palazzo Pitti)
Piazza Pitti Palace – Residenza d’Epoca (incantevole b&b ospitato in una dimora storica)
B&B Guicciardini 24 (eccellente b&b con camere molto spaziose e moderne)